Mappe di calore nella strategia SEO - Esperti Semalt



Le mappe di calore possono aiutarti a determinare quali luoghi o elementi su un sito web catturano maggiormente gli interessi dei lettori e generano traffico. In che modo questo si collega al posizionamento e alle strategie SEO? Cosa sono le mappe di calore e come crearle? Consigliare!

Mappe di calore: che cos'è?

Le mappe di calore (in altre parole - mappe di calore o mappe di calore) sono uno strumento di analisi dei dati che, nell'internet marketing, rappresenta graficamente il comportamento degli utenti di Internet che visitano un determinato sito web. Heatmap prende i dati dai clic e genera un grafico sotto forma di una mappa a colori.

Ogni mappa di calore è suddivisa in zone i cui colori (dal freddo, ad es. Varie tonalità di blu, al caldo - ad es. Rosso fuoco) indicano quanto sono popolari gli elementi specifici sul sito web. I colori freddi indicano il livello più basso di coinvolgimento dei navigatori web mentre i colori caldi indicano che il livello di coinvolgimento è alto.

Esistono i seguenti tipi di mappe di calore:
  • tracciamento degli occhi/spostamento delle mappe di calore: si tratta di mappe di calore che indicano i luoghi del sito web che attirano in particolare l'attenzione degli utenti di Internet - le mappe di calore analizzano anche come l'utente sposta il cursore sulla pagina e dove i suoi occhi si fermano più spesso,
  • fare clic su mappe di calore: si tratta di mappe di calore che mostrano un grafico - analisi dei clic su un dato elemento (logo, pulsante di invito all'azione, barra di navigazione o collegamento interno) nella pagina,
  • scorrere le mappe di calore: si tratta di mappe di calore che riflettono i luoghi in cui l'utente utilizza il mouse e scorre il contenuto del sito web visualizzato. Grazie alle mappe di calore a scorrimento, è possibile tracciare fino a che punto è arrivato il lettore prima di abbandonarla.

A cosa serve una mappa di calore?

In termini molto semplificati, consente di definire:
  • se gli elementi cliccabili, come il modulo di iscrizione alla newsletter, sono chiaramente visibili ed efficaci per l'utente,
  • se la navigazione del sito web sta andando bene e l'utente può facilmente trovare ciò che gli interessa,
  • se le persone che visitano il sito leggono i contenuti pubblicati su di esso,
  • quanto sono popolari i singoli titoli,
  • quali elementi del sito web sono più visitati, visualizzati e cliccati dagli utenti di Internet,
  • quale grafica del sito Web attira maggiormente l'attenzione dei visitatori,
  • dove gli elementi importanti dovrebbero essere sul sito web.

L'uso delle mappe di calore nell'internet marketing

Le mappe di calore sono di grande importanza per l'efficacia dei siti web. In particolare, la sua analisi è utile per valutare l'efficacia dei siti di vendita. Le mappe di calore possono essere utilizzate, ad esempio, in:
  • e-commerce,
  • marketing dei contenuti.

E-commerce

Vale la pena utilizzare le mappe di calore nell'e-commerce. Sapere quali elementi del sito web sono più interessanti per i lettori permette di modificare il layout della pagina e di aumentare la conversione.
Invece di fare clic su un pulsante che non ha alcuna funzione, l'utente può fare clic su un collegamento che porta a:
  • carrello della spesa,
  • registrazione nel club fedeltà,
  • sottopagine con una promozione per un determinato prodotto,
  • sottopagine con gli elementi generati casualmente simili all'articolo visualizzato che potrebbero interessargli.
Grazie alle heatmap, puoi garantire le esperienze positive dei clienti che effettuano acquisti, aumentare la loro soddisfazione e incoraggiarli a visitare nuovamente il negozio online.

Content marketing

Un altro utilizzo della mappa di calore è il content marketing. Grazie alle heatmap è possibile risalire a quali aree del sito l'utente trascorre più tempo. È un suggerimento molto utile quando creiamo vari tipi di articoli: specializzati, istruzioni, ecc.

Le heatmap consentono all'autore dell'articolo di sapere dove devono essere collocate le informazioni più importanti e come il lettore percepisce le infografiche, le foto e gli altri elementi aggiuntivi contenuti nel contenuto. Lo strumento è importante anche in termini di lunghezza del testo. Se la heatmap mostra che il resto dell'articolo pubblicato non è popolare tra gli utenti di Internet, significa che o la voce è troppo lunga oppure alla fine c'è un contenuto che non è utile al lettore e non lo interessa .

Quali sono gli usi delle mappe di calore in campi diversi dall'internet marketing?

Oltre all'Internet marketing, le mappe di calore vengono utilizzate anche in altri campi, come la biologia molecolare e la genetica. Grazie a queste mappe di calore è possibile rappresentare il livello di espressione genica nei campioni analizzati. Le mappe di calore vengono anche utilizzate per creare varie statistiche sociali, per identificare e analizzare oggetti geografici, storici e archeologici.

Come creare una mappa di calore?

Foglio di calcolo

Le semplici mappe di calore possono essere create in un foglio di calcolo Microsoft Excel. A tal fine, una tabella pivot dovrebbe essere creata e completata con i dati appropriati (ad esempio il numero di visite al sito web nelle ultime dozzine di giorni). Quindi è necessario modificare il formato dei numeri in personalizzato.

Il passaggio successivo consiste nello scegliere una formattazione condizionale e qualsiasi opzione nella scheda Scale di colore (in base alle proprie preferenze). Il risultato finale è una mappa termica che mostra la frequenza di un determinato fenomeno (es. Interesse per un determinato prodotto o numero di visite al sito), a seconda dei fattori indicati nel foglio di calcolo (es. Numero di giorni). Questo tipo di mappa termica può essere creata sia in 2D che in 3D.


Altro software

Le mappe di calore possono essere implementate in molti strumenti e programmi diversi. Oltre al foglio di calcolo, può essere creato anche nel software R. Il programma statistico gratuito ha il pacchetto heatmaply, grazie al quale è possibile creare mappe di calore interattive. Analogamente alla libreria JavaScript per la visualizzazione dei dati sotto forma di grafici: AnyChart.

La funzione di generazione di mappe di calore ha anche uno strumento creato dal gigante di Mountain View - Google Fusion Tables. Grazie ad esso, l'utente può caricare i dati direttamente dai documenti online salvati su Google drive. A sua volta, Zarget merita di essere menzionato tra gli strumenti a pagamento. Quando scegli un programma per creare una mappa di calore, assicurati che supporti non solo gli elementi statici sulla pagina, ma anche le visualizzazioni di pagina dinamiche, ad es. cursori.

Heatmap pronta per il sito web

Per creare una mappa di calore facile da interpretare, puoi anche utilizzare un software dedicato e già pronto. Mappe di calore personalizzate, tracciamento dei clic, mappe di scorrimento o mappe dell'efficacia dei pulsanti di invito all'azione possono essere trovate nell'offerta di molti Agenzie SEO. Il costo per l'acquisto di uno strumento SEO contenente le heatmap varia a seconda di quanti servizi aggiuntivi sono inclusi nel pacchetto.

Mappe di calore e SEO

Le mappe di calore possono anche svolgere un ruolo importante negli audit SEO e nella pianificazione della strategia di posizionamento del tuo sito web. Il report heatmap generato dal programma analitico permette di capire velocemente come gli utenti interagiscono con il sito.

Grazie a questo è possibile:
  • controllare la visibilità del sito web sul web,
  • analizzare dove posizionare i pulsanti di invito all'azione e gli altri elementi interattivi,
  • Gli elementi identificativi che funzionano efficacemente sulla reputazione del sito web e quelli che richiedono l'ottimizzazione.
Un grafico trasparente creato sotto forma di mappa termica può essere presentato al cliente o all'altra persona che prende le decisioni, insieme a una modifica proposta.

Percentuale di clic

Grazie alle mappe di calore, puoi aumentare la percentuale di clic degli elementi selezionati sul sito web. A tal fine è sufficiente analizzare attentamente i risultati ottenuti e quindi ottimizzare il sito in modo che gli elementi cliccabili siano meglio esposti - es. spostalo nei luoghi del sito più visitati.

Tempo trascorso sul sito web/frequenza di rimbalzo

Le mappe di calore possono essere utili per determinare la quantità di tempo, la media che un utente di Internet trascorre su un sito web. Più a lungo visitano gli utenti di Internet, migliore è la posizione nella classifica dei risultati di ricerca di Google. Una meticolosa analisi della mappa di calore può aiutare a identificare i punti problematici della pagina che stanno inducendo l'utente a lasciare il sito. Grazie alle mappe di calore, è anche possibile determinare quali dipartimenti sono popolari e dovrebbero essere espansi.

Quantità di contenuto nella pagina/sottopagina

Le mappe di calore sotto forma di mappe di scorrimento consentono di determinare se il sito Web fornisce risposte sufficienti alle domande che disturbano i suoi destinatari. Se un articolo risponde pienamente alla domanda dell'utente nella parte superiore del contenuto, non è necessario che l'utente continui a scorrere.

In una situazione in cui il titolo risponde solo parzialmente a una determinata domanda e incoraggia ulteriori letture, questo movimento può essere visto sulla mappa termica. Allo stesso modo, quando l'utente scopre che una data voce non risolverà il suo problema, il grafico mostra l'omissione e la mancanza di ulteriore scorrimento della pagina. Grazie alle mappe di calore è possibile analizzare se la lunghezza delle voci pubblicate è appropriata e apportare le modifiche necessarie al sito web.

Navigazione e usabilità del sito

Le mappe di calore sono un buon modo per conoscere il comportamento degli utenti di un determinato sito web. Grazie alle mappe di calore è possibile seguire come il lettore naviga nel sito e se gli è facile apprendere le regole del suo funzionamento. Un'analisi meticolosa dei risultati ottenuti fornisce una preziosa conoscenza di quali elementi della pagina sono chiaramente visibili e quali funzioni sono difficili per i lettori o vengono ignorate da loro. Heatmap sapientemente create ed interpretate permettono di aumentare notevolmente l'usabilità del tuo sito (web usability), aspetto quindi molto importante anche in termini di SEO.

Collegamenti interni

Chiunque si occupi di SEO e posizionamento lo sa ottenere un posizionamento elevato nei risultati di ricerca. I collegamenti interni consentono di creare i collegamenti tra i reparti correlati sul sito Web, inoltre stabiliscono una gerarchia dei contenuti pubblicati. È un elemento che facilita la lettura dei contenuti del sito web e ne migliora l'indicizzazione da parte dei robot dei motori di ricerca. Grazie ad un'approfondita analisi della heatmap è possibile dedurre dove dovrebbero essere posizionati gli elementi cliccabili nella pagina e quindi ottimizzare il posizionamento dei link interni e aumentare il traffico sulle sottopagine.

Come collegare correttamente internamente?

Il collegamento interno non è difficile finché sappiamo come farlo. Esistono diverse regole di corretta condotta che si tradurranno in risultati rapidi e duraturi.

Ancore, ancore e ancora una volta ancore

Come nel caso del collegamento esterno, anche il collegamento interno non dovrebbe essere basato su frasi casuali. Ci sono due punti molto importanti da notare:
  • Anchor dovrebbe descrivere la pagina a cui conduce.
  • Scegli le parole chiave per le quali vuoi posizionarti.
Ad esempio, se desideri che il tuo sito web appaia in alto nei risultati di ricerca per la frase "Posizionamento e-commerce", crea i testi che si riferiscono e contengono solo una frase del genere. Grazie a ciò, sia gli utenti che ti visitano che i robot sapranno cosa aspettarsi dopo aver fatto clic su questo collegamento.

In questo caso, vale anche la pena ricordare che la creazione delle ancore può consistere in più parole, e questo è assolutamente corretto. Tuttavia, non puoi esagerare: un link composto da 20 parole non starà bene e, inoltre, potrebbe sembrare sospetto nell'apprezzamento dei robot di Google.

La struttura dell'URL è importante

Quando si implementa il collegamento interno, anche la struttura degli URL utilizzati è molto importante. Cosa significa?
  • Dovrebbe essere utilizzata una struttura di indirizzi fissi. Se ti colleghi alla home page del tuo blog, usa sempre lo stesso modulo tutto il tempo, ad esempio: https: // semalt.com/blog/, invece di alternare con https: // semalt.com/blog/index.php
  • Ogni sottopagina dovrebbe avere un solo URL che punta ad essa.
  • Collegamento solo alle pagine contenenti il ​​codice di risposta HTTP 200 per cui il server invia la risposta corretta. In altre parole, non creare collegamenti alle pagine che generano, ad esempio, l'errore 404 "pagina non trovata".
Il collegamento interno eseguito in questo modo sarà tecnicamente corretto.

Link in uscita

Quando si tratta dei preziosi link in uscita, la strategia qui è simile a quella dei link interni. Le heatmap sono utili per analizzare quali sono i luoghi del sito più cliccabili e se i link in uscita utilizzati fino ad ora suscitano l'interesse dei lettori e sono da questi percepiti come fonti affidabili. Fare riferimento a fonti affidabili è un segno non scritto di qualità per i contenuti pubblicati sul tuo sito, sia agli occhi dei lettori organici che dei crawler di Google, e può migliorare la SEO. Sapere quali collegamenti esterni vengono ignorati dai lettori e quali collegamenti esterni vengono controllati con entusiasmo è quindi molto prezioso.

Conclusione

Come puoi vedere, le mappe di calore sono uno strumento molto utile per pianificare la tua strategia SEO. Ci sono molti fattori diversi che influenzano il posizionamento dei motori di ricerca su Internet. Allo stesso tempo, è importante prendersi cura della cosiddetta user experience. L'utilizzo di molti strumenti analitici diversi offre maggiori opportunità per migliorare il sito web, che diventa più amichevole per i visitatori e allo stesso tempo genera migliori vendite.





mass gmail